3 cose su Batman che forse non sapete

Batman by Bob Kane Ritorna la rubrica sulle stranezze del mondo del fumetto e sulle notizie strane e curiose che la maggior parte dei fan forse non conosce.

Dopo il precedente articolo dedicato ai mutanti di casa Marvel oggi ci dedichiamo ad uno dei più famosi portabandiera della concorrenza: Batman

Nonostante la fama planetaria del personaggio la sua lunghissima vita editoriale fa si che negli anni si siano accumulati un numero smisurato di aneddoti e di leggende metropolitane.

Gli angoli oscuri sulla storia e sugli autori dell’uomo pipistrello sono spesso stati affrontati in diversi articoli e saggi ma quasi tutti rimangono ancora fumosi per la maggior parte dei lettori.

Oggi ne riveleremo tre ma senza dubbio, così come nel caso degli X-men, seguiranno altri articoli dedicati alle stranezze sul giustiziere con le orecchie a punta.Pronti? Si parte.

Il Joker era stato originariamente ucciso nella sua seconda apparizione

Più o meno tutti i fan degni di questo nome sanno che la prima apparizione di Joker fu nel 1940 sul primo numero di Batman.

Batman #1
Batman #1 del 1940

Non tutti sanno però che quel numero conteneva anche la sua ultima apparizione!

In quel periodo i villain tendevano a fare una brutta fine. Non per forza per mano di Batman, ma il più delle volte accadeva qualcosa che portava alla morte del cattivo di turno.

Bob Kane in fondo non pensava che la sua “creatura” avrebbe avuto una vita editoriale tanto longeva e perciò non pensava di poter riutilizzare i nemici di Batman per apparizioni successive. Motivo per cui li si faceva fuori e pace.

Così mentre il folle buffone fa la sua comparsa nella prima (e principale) storia dell’albo, nella seconda -e conclusiva- storia dell’albo finisce per pugnalarsi accidentalmente morendo. Fine della storia.

L’angelo custode di Joker fu Whitney Ellsworth, editor di Batman che, intuendo le potenzialità del personaggio fece aggiungere un pannello a realizzazione del fumetto ultimata, in cui un autista di ambulanza dice una cosa tipo “Oh mio Dio è ancora vivo” salvando in calcio d’angolo il buffone assassino.

 

I team-up fra Batman e Superman sono iniziati a causa dell’inflazione

Escludendo le loro apparizioni in Justice Society of America, Batman e Superman non hanno mai avuto un team-up nei primi tredici anni della loro carriera editoriale!

La parte buffa della storia è che i due personaggi hanno condiviso una testata sin dal 1941. Mi riferisco a World’s BEST comics, ribattezzato World’s Finest comics a partire dal numero 2

world's best comics
World’s Best Comics

La testata non era altro che un antologico contenente diversi personaggi con una storia fissa di Batman ed una fissa di Superman. Rigorosamente separati. Idue (insieme a Robin) comparivano insieme solo nelle cover. E alcune di queste cover erano decisamente imbarazzanti…

World's Finest comics funny cover
La seduzione degli innocienti…

Da World’s Finest #71, ed esattamente dopo il primo team-up fra i due personaggi avvenuto su Superman #76 del 1954, Superman e Batman cominciarono a combttere il crimine spalla a spalla ogni mese.

Ciò che è poco noto è che il motivo per cui i due eroi da quel numero in poi cominciarono ad incontrarsi così spesso è l’inflazione!

Il motivo è preso spiegato. Durante la Golden Age gli editori di fumetti non combattevano l’inflazione aumentando i prezzi di copertina ma riducendo le pagine interne e le dimensioni dei fumetti.

Questo portò ad una progressiva riduzione delle pagine del magazine che dalle iniziali 100 arrivò alle 36 del numero 71! In così poche pagine semplicemente non c’era abbastanza spazio per una storia di Batman ed una di Superman. Si decise di far condividere lo spazio ai due eroi dando così inizio ad una proficua (e remunerativa) correte di storie!

 

Renee Montoya fu creata per il cartone di Batman e solo successivamente inserita nel fumetto

Non è cosa rara nel modo del fumetto ereditare personaggi da altri media come trasmiddioni radiofoniche (è il caso di Superman), telefilm o cartoni animati.

La stessa cosa è successa nel caso dell’agente Renee Montoya. La stranezza è che il personaggio, nonostante creato prima per il cartone, comparve la prima volta su Batman 475 del maggio 1992, e nel cartone solo nel settembre dello stesso anno.

Batman #475

Cosa accadde esattamente? Paul Dini voleva inserire alcune differenze nel cast del personaggio per lo show per differenziarlo un po’ rispetto al fumetto. Lo staff della DC subodorò queste aggiunte e si dimostrò estremamente interessato al personaggio di Renee Montoya.

Decisero quindi di inserire il personaggio nel fumetto riuscendo a battere sul tempo la messa in onda del cartone animato!

Il povero Dini venne quindi fregato sia sul tempo che del suo personaggio!

Con questo è tutto, ci si rilegge alla prossima.

Related posts: