Category Archives: Toys

Recensione Henkei Optimus Prime

Con questo Henkei Optimus Prime comincia una serie di tre post di recensioni sui Transformers.

E’ da un bel po’ di tempo che vado dietroa questa Action Figure per eBay e fiere varie e finalmente grazie ad un sito di Hobbystica giapponese sono riuscito a venirne in possesso! Evviva!

Giù la maschera: il mio obiettivo è quello di ricreare l’equipaggio originale dell’Arca, vale a dire il cast di personaggi della prima stagione dei cartoni G1. Già ho recuperato WheeljackJazz e i piccoli Brawn, Cliffjumper e Beachcomber del Minibot attack team ma la mancanza del valoroso leader degli Autobot non potevo protrarsi ancora a lungo.

Cominciamo subito col dire che si tratta di una rivisitazione con pesante remold in chiave moderna del classico Optimus Prime, ma questo suppongo lo aveste già capito.

La rivisitazione del modello originale pur mantenendo i capisaldi del pezzo originale è abbastanza estrema e moderna. Il risultato finale è ovviamente diverso dall’imponente Optimus Prime PM01

L’ aspetto del robot in una visione d’insieme dell’ Henkei Optimus Prime è imponente  e massiccia. Continue reading Recensione Henkei Optimus Prime

Recensione Hasbro Marvel Universe Captain Britain

 Marvel Universe Captain BritainGran bella Action figure questo Marvel Universe Captain Britain! E’ stato uno degli acquisti di questa Mantova Comics e mi aveva colpito sin da quando l’ho visto esposto nello stand.

Come potete vedere dall’immagine quì a fianco il nostro Capitan Bretagna ha il classico costume (per intenderci quello disegnato da Alan Davis nella serie scritta da Alan Moore) e viene venduto insieme allo stand (ottima scelta: molto meglio una solida base su cui poggioare l’AF piuttosto che un inutile orpello tipo il coso di tela di Spider-man) e alla solita bustina con dentro la card del personaggio.

Il pupazzetto è di poco più alto rispetto a Spider-man ed ha nel complesso un aspetto più massiccio e muscoloso. Lo sculpt è molto buono con una definizione dei muscoli notevole.

I punti di articolazione sono gli stessi degli altri personaggio della linea. Il personaggio è pertanto discretamente posabile pur con gli ovvi limiti di una AF di dimensioni così ridotte.

Eccovi due visioni complete in fronte e retro. Continue reading Recensione Hasbro Marvel Universe Captain Britain

Recensione HENKEI C18 MINIBOT ATTACK TEAM

Il C18 MINIBOT ATTACK TEAM è un lotto composto da tre mini robot (nello specifico Beachcomber, Cliffjumper e Brawn).

Devo dire di essermi accostato all’acquisto del pack dei mini-bot (assieme ha questo ho preso anche il pack con lo spy team la cui recensione arriverà a breve) con una certa diffidenza. Ricordate i mini transformers degli anni 90? Quelli un po’ tutti uguali gli uni agli altri? Ecco temevo di trovarmi di fronte ad una cosa del genere, ma per il mio maledetto amore di completezza nel nome del dio collezionismo, ho superato la paura e, per soli trenta sacchi, proceduto all’acquisto di entrambe le confezioni.

Alla fine ammetto di essermi ricreduto, trovandomi di fronte a dei pupazzetti di piccole dimensioni (sono alti all’incirca 8cm) ma estremamente ben fatti e divertenti.

Il car mode come potete vedere nelle foto quì in basso è molto ben realizzato. Particolare carino da notare: Beachcomber ha un’arma montata nella versione automobile ed è l’unico mini-bot ad avere un’arma in una delle due forme.

Car mode

Continue reading Recensione HENKEI C18 MINIBOT ATTACK TEAM

Recensione Hasbro Marvel Universe black suit Spider-man

Oggi recensiamo l’ Hasbro Marvel Universe black suit Spider-man.

Piccola premessa: cosa viene fuori mettendo insieme la Hasbro e i personaggi Marvel? Semplice: i G.I.Joe in calzamaglia. E’ questa in pratica la filosofia che sta alla base della linea Hasbro  Marvel Universe. 

La vera forza di questa linea di AF non sta infatti nella bontà delle sculture o nel numero esorbitante di articolazioni ma nel numero. Ne sono rimasto affascinato durante l’ultima Mantova Comics quando, passando davanti allo stand di Labirinto shop, ne ho visto un gran numero esposti l’uno accanto all’altro. Non potevo resistere di fronte alla tentazione di una nuova, perfetta, macchina spilla soldi e alla possibilità di una nuova invasione di casa mia da parte di uno stuolo di pupazzetti colorati.

Ho così ceduto ed acquistato tre pupazzetti.

Cominciamo! Continue reading Recensione Hasbro Marvel Universe black suit Spider-man

Un tuffo negli 80 – Diaclone: prima dei Transformers (III)

diaclone-car-robot-assortment

Nuovo, piccolo post di aggiornamento sui genitori dei Transformers, i Diaclone (di cui già in passato avevo parlato) in attesa di cominciare a recensire tutto quelbagordo di roba che ho comprato a Mantova Comics facendomi beffe della crisi economica.

Vi posto tre pubblicità di Diaclone che entro poco tempo si sarebbero reincarnati come Transformers della prima ondata. In particolare ricordo Jazz che, nelle pubblicità del Topolino, faceva parte dei Trasformers, senza la “n”.

Anche il buon Grimlock fa la sua bella apparizione nella linea Diaclone, con tanto di fiamme dalla bocca come si confà ad ogni mostro giapponese che si rispetti.

Enjoy!

Continue reading Un tuffo negli 80 – Diaclone: prima dei Transformers (III)

Un tuffo negli 80 –La pubblicità dei Transformers Exogini

Un po’ di tempo fa avevo postato un po’ di articoli sulle pubblicità dei Transformers e dei loro genitori, i Diaclone, oggi si bissa con la pubblicità dei Transformers Exogini.

Oggi si replica con un altra pubblicità che ho trovato navigando in allegria su youtube.

Sarà che Mantova comics è ormai alle porte e le fiere fumettistiche mi stimolano l’acquisto di Action Figures, ma al momento mi è ripartito l’embolo transformers.

Per cui ricapitoliamo: oggi vi beccate una delle più belle italiche pubblicità dei migliori anni della nostra gioventù (quella degli exogini, curiosissimi pupazzetti di gomma che si trovavano allegati ai set e che avevano la strana capacità di saltare fuori da qualsiasi angolo della casa quando stavi cercando qualsiasi altra cosa), e probabilmente settimana prossima di ritorno dalla fiera mantovana vi beccate qualche recensione di acquisti trasformabili!

Enjoy!

 

 

I Masters of the Universe di Alfredo Alcala

Lo so, lo so, ieri è saltato l’appuntamento con le sigle misconosciute de cartoni degli anni ’80. Abbiate pazienza, il vostro W@lly è stato tutto il giorno fuori alla ricerca della sua nuova auto cercando con certosina cura di fare una scelta che gli permetta di risparmiare qualche eurozzo in brnzina. Recuperiamo lunedì prossimo con un puntatone doppio. Giuro!

Oggi invece ci intratteniamo con un autore che tutti volenti o nolenti abbiamo incrociato ma che pochi conoscono e del suo rapporto con i Masters of the universe: Alfredo Alcala.

I mini comics allegati ai Msterds of the universe negli anni 80 sono stati spesso trampolino di lancio di autori che in futuro avrebbero lasciato un segno indelebile nel mondo dei comics. In altre occasioni sono stati impreziositi dalla firma di autori già famosi e affermati che hanno prestato la loro arte a queste piccole opere.

Lo scopo originale dei minicomics era quello di legare con un background comune i vari personaggi rappresentati dalle action figures.

La prima wave di 4 minicomics è, appunto, opera di Alfredo alcala, autore che ha legato il uo nome alla Marvel e alla DC negli anni 70, lasciando un segno soprattuto su Conan.

Mi sarebbe piaciuto postare i minicomics direttamente sul blog, ma tassative restrizioni da parte dei possessori del copyrught me lo vietano, potete comunque leggerli online sul sito he-man.org Continue reading I Masters of the Universe di Alfredo Alcala

Recensione Assassin’s Creed : Brotherhood – Ezio Auditore NECA Action Figures

Che il buon W@lly si sia appassionato ad Assassin’s Creed non è un mistero. Non c’è bsogno di scomodare teorie sociologiche o farsi le peeppe complicate supposizioni per capire come mai l’idolo di tanti bimbiminchia, Ezio Auditore, sia diventato uno dei miei personaggi preferiti: semplicemente il gioco è divertente. Direi che non è cosa da poco quando si torna a casa stanchi dal lavoro e c’è da riempire quell’oretta di tempo nell’attesa che la signora W@lly completi le sue lezioni per l’indomani.

Ieri passando dallo Starshop di Brescia non ho perciò resistito vedendo appesa l’action figure di Ezio con il suo costumino color avorio di Brotherhood. Me lo faccio tirar giù dal propietario e mi lascio tentare dalle sue parole: “il rapporto qualità prezzo è fenomenale vero? Ne vendo uno sfacielo di questi!”

Devo dire che lo starshopparo ha ragione. Il pupazzo, realizzato dalla NECA (con tanto di credits agli scultori in basso) è spettacolare!

La cura dei particolari è davvero notevole e gli abbondanti punti di articolazione (38) assicurano un’elevatissima posabilità.

Purtroppo la testa non è particolarmente mobile, limitata tantissimo dal cappuccio ma questa piccola lacuna è ampiamente controbilanciata dalla bontà della scultura. Continue reading Recensione Assassin’s Creed : Brotherhood – Ezio Auditore NECA Action Figures

Recensione Transformers Hot Rod Henkei

Continuiamo la rassegna di recensioni di Action Figures con un altro Transformer: l’ Hot Rod Henkei. Gli henkei, lo sapete, sono le versioni giappo dei classics. Il robottino in questione l’ho acquistato  a Lucca nella sua caratteristica confezione nipponica. Piccola parentesi riguardo appunto la confezione: figata! Oltre a istruzioni e pupazzetto contiene una card sul character (meh…) e un piccolo manga (eh però!), ovviamente tutto nell’idioma nipponico…bene, bene!

Cominciamo a parlare dello sfigatissimo (nella G1) Hot Rod. Premetto col dire che la figura nel complesso non è per niente male, ma ha comunque qualche difettuccio quà e là.

Purtroppo non posso fare una foto comparativa dei vari modelli per cui una la prendo in prestito da seibertron.com

rodimus vari
Gli Hot Rod a confronto

Continue reading Recensione Transformers Hot Rod Henkei

Recensione Optimus Prime MP01

Come dicevo ho ceduto alla tentazione e a Lucca comics ho comprato (senza pensarci neanche tanto su) il Masterpiece di Optimus Prime. Si tratta del primo, maestoso Masterpiece, un gigante pesantissimo fatto quasi del tutto di metallo e pieno zeppo di articolazioni e gimmick, che adesso fa bella mostra di sé nella mia vetrinetta delle meraviglie.

Il modellino è stato rilasciato nell’ormai lontano 2003 e, secondo molti, rappresenta ancora oggi lo stato dell’arte per quanto riguarda il prode comandante degli autobot.

In versione robot c’è poco da dire. Il modello è semplicemente perfetto, simile oltre misura all’originale dei cartoni G1 e dall’aspetto possente grazie soprattutto alla massiccia quantità di metallo con ui è costruito.

Unico, piccolo, neo sta, a parer mio, nelle gambe che sono un po’ troppo massicce e tozze (non per niente nel più recente Masteripiece di OP, il 10, uno degli elementi meglio riusciti nel remold sono le gambe che appaiono decisamente più snelle e slanciate). Continue reading Recensione Optimus Prime MP01