I 5 motivi per cui lo Spider-man di Dan Slott non è poi così male

humberto-ramos-spider-man-3Spider-man (Uomo Ragno diamine, si chiama Umo Ragno!) è da sempre il mio personaggio preferito ed è per questo che -una volta cresciuto ed un po’ meno di bocca buona- sono diventato particolarmente critico verso quasi tutte le gestioni che si sono assecondate.

Ho preventivamente criticato tutto il post brand new day (salvo poi in parte ricredermi e tornare sui miei passi in corso d’opera). Invece mi trovo davanti questo Dan Slott che detiene in mano tutto il ragno-potere di scrittore.

“Vediamo un po’” mi sono detto. Ottima scelta visto che le attuali storielle del ragno sono più che godibili.

Se avrete la pazienza di seguirmi (Alberto Angela docet) vi illustrerò il perchè.

1. I disegni. Spider-man al momento è uno dei personaggi meglio disegnati e due terzi del merito vanno all’ Italia.

Oltre al buon Humberto Ramos a tenere alta la bandiera ragnesca ci sono Stefano Caselli e Giuseppe Camuncoli! Cioè, mica cotica!

Non me ne vogliano gli altri due ma il mio preferito è Caselli…voglio dire: uno che disegna uno Snake Eyes così…

può non disegnare uno Spider-man (Uomo Ragno e ce diamine!) spettacolare? Certo che no

2. Il ritorno di Hobgoblin. Anche se in effetti non è un vero ritorno visto che il personaggio sotto la maschera è un altro. Però mi piace troppo il fatto che questo nuovo Hobby faccia da sicario per Kingpin. Mi riporta indietro alle storie degli anni 80 dove i sicari del panzone la facevano da padrone (vi ricordate la Risposta?).

In generale apprezzo ci siano sottotrame che si sviluppano lentamente nel corso di parecchi numeri dando la sensazione di un disegno a più ampio respiro.

Questo nuovo Hobgoblin non ha il fascino del mistero del suo predecessore ma è comunque un otimo "ripescaggio"

3. Il Ragno vendicatore futuro. Mi piace tanto l’idea del ragno inserito nella rete di supergruppi. Ok far parte di due squadre di Vendicatori e della Fondazione Futuro effettivamente è un po’ troppo però aprezzo si cerchi di percorrere una via finora preclusa aprioristicamente al ragno.

Voci incontrollate nel web affermano che questo trend potrebbe adirittura essere confermato nell’imminente film dei Vendicatori on un cameo iniziale di Spider-man. La cosa è credibile? Sinceramente mi pare proprio di no però mai dire mai.

4. il nuovo lavoro. Anche questa è una svolto che trovo molto coerente con il personaggio. Peter è uno scienziato. Uno scienziato geniale che milita nella Fondazione Futuro.

Come caspita è possibile che uno così non riesca a trovarsi un lavoro adeguato alle sue potenzialità? Ecco, problema risolto.

Per non dire che il fatto di poter attingere a capitale e risorse della Horizon gli ha permesso di realizzare tutti i vari costumi alternativi che in questi giorni stanno popolando l’armadio del ragno.

Una svolta che può piacere o meno ma sicuramente necessaria (seconda soltanto alla, ahimè troppo breve carriera di Peter come insegnante).

5. Carlie Cooper. Eh si, non avrei mai pensato di dirlo ma è così. Mi piace l’idea di una nuova ragazza per Spidey. Ma soprattutto mi piace che MJ sia presente e he in ogni commento si possa leggere una nota di gelosia. Assisto agli eventi fiducioso e curioso di sapere dove andranno a parare. E’ questo che dovrebbe farmi fare un buon fumetto.

 

Related posts: