Recensione Henkei Optimus Prime

Con questo Henkei Optimus Prime comincia una serie di tre post di recensioni sui Transformers.

E’ da un bel po’ di tempo che vado dietroa questa Action Figure per eBay e fiere varie e finalmente grazie ad un sito di Hobbystica giapponese sono riuscito a venirne in possesso! Evviva!

Giù la maschera: il mio obiettivo è quello di ricreare l’equipaggio originale dell’Arca, vale a dire il cast di personaggi della prima stagione dei cartoni G1. Già ho recuperato WheeljackJazz e i piccoli Brawn, Cliffjumper e Beachcomber del Minibot attack team ma la mancanza del valoroso leader degli Autobot non potevo protrarsi ancora a lungo.

Cominciamo subito col dire che si tratta di una rivisitazione con pesante remold in chiave moderna del classico Optimus Prime, ma questo suppongo lo aveste già capito.

La rivisitazione del modello originale pur mantenendo i capisaldi del pezzo originale è abbastanza estrema e moderna. Il risultato finale è ovviamente diverso dall’imponente Optimus Prime PM01

L’ aspetto del robot in una visione d’insieme dell’ Henkei Optimus Prime è imponente  e massiccia.

Le differenze più evidenti rispetto al classico G1 sono tutte nelle braccia. Quest’ Henkei è dotato di due eleganti spalline che lo rendono molto moderno. Sugli avambracci sono invece presenti quelli che nella versione Camion sono che gli sportelli laterali. Purtroppo questa scelta non è felicissima e rappresenta uno dei pochissimi punti deboli del modello.

Henkei Optimus Prime
Henkei Optimus Prime

Ottimo invece il busto, reso più dinamico e meno cuboso dell’llustre modello “genitore”.

La posabilità è molto buona: braccia e gambe possono compiere un’ampia gamma di movimenti e rendono molto plastico un modello che già di suo può vantare uno sculpt molto slanciato e dall’aspetto dinamico.

Lo sculpt è molto bello, massiccio ed allo stesso tempo slanciato

Questo Prime è dotato di due armi. Non è presente il classico fucile ma al suo posto disponiamo di un bel pistolotto molto ben realizzato e dall’aspetto curato ed un pistolone rosso composto dalla parte superiore del camion (che è in pratica la schiena del robot) un pelo meno riuscito.

La non tanto riuscita pistolona...
...e quella venuta meglio.

Lo sculpt della testa è bellissimo, specie in considerazione delle ridotte dimensioni. L’aspetto ricorda molto quello originale della G1 aggiornandolo in modo tale ricordare sotto molti punti di vista il look di Optimus Prime nei fumetti recenti.

Cheese!

La trasformazione è complicata come ci si poteva aspettare: bisogna lavorarci un po’ su ma non è necessaria una laurea in ingegneria aerospazione come per il masterpiece.

Lo sculpt del camion invece è molto diverso da quello originale. Devo dire che non mi piace tantissimo così rotondeggante e morbidoso com’è. Preferisco decisamente l’alt mode classico o in alternativa il look di TF Prime o dei film. Ovviamente non è copreso il traino che è venduto separatamente. Il paraurti cromato è una bella aggiunta che da un aspetto molto “metalloso” al modellino.

Autobot, transform...
...and roll out!

Infine un piccolo confronto con un’altro OP che possiedo, quello della serie RID, rispetto al quale il nostro l’ Henkei Optimus Prime risulta essere più piccolo ma sicuramente caratterizzato da un design più aggressivo e riuscito e da una testa decisamente più proporzionata e meglio scolpita.

Optimus a confronto

In definitiva un ottimo modellino con qualche pecca ma sicuramente con tanti pregi. Assolutamente non può mancare nella collezione di un vero fan.

Come sempre trovate qualche foto in più nella sezione Foto Action Figures.

Indice di fighitudine: 8,5/10 (il – per colpa del pistolone e dell’alt mode)

Related posts: