Tag Archives: cartoni animati

Danger Mouse – I cartoni dimenticati degli anni 80 [pt.10]

Che poi Danger Mouse in Italia più che dimenticato è proprio sconosciuto…

Eppure, nonostante il topo sguercio in Italia non abbia mai riscosso grandi successi, nel Regno Unito il suo show animato ha furoreggiato dal 1981 fino al 1992!

Protagonista dello show (prodotto da Cosgrove Hall Films, gli stessi del conte Dacula) è un topo/agente segreto che indossa una caratteristica tutina bianca con con le iniziali stampare a cacratteri cubitali sul petto (perchè ovviamente per un agente segreto l’anonimato è tutto…)

Il personaggio era ovviamente una parodia del filone spionistico british che trova in James Bond il suo massimo esponente ed il cartone era caratterizzato da quell’umorismo pungente e molto inglese che fu poi il caratteristico marchio di fabbrica della casa di produzione.

Un paio di curiosità riguardo a questo cartone sono da elencare…In primis quello di Danger Mouse è stato il primo cartone made in UK che è riuscito a sfondare il mercato TV americano (cosa non da poco se consideriamo l’immensa mole di materiale che gli USA producono per il loro mercato interno).

Secondariamente DM è stato il papà di un altro personaggio ben più noto nell’italica terra: il Conte Dacula (e ne avevo già parlato nel post dedicato al mefistotelico vampiro vegetariano)

Giusto per non smentirmi vi posto in basso l’opening del cartone (anno 1982)

Continue reading Danger Mouse – I cartoni dimenticati degli anni 80 [pt.10]

Dino Riders – I cartoni dimenticati degli anni 80 [pt.9]

dino riders

Nuovo appuntamento con i cartoni animati degli anni 80 che hanno goduto di pochi episodi e ritrasmissioni nel corso degli anni ma che, spesso grazie ad un’azzeccata linea di giocattoli, si sono conquistati uno spazio bello grosso nel cuore dei bambini dell’epoca.

Oggi ci spostiamo nel 1988 e parliamo dei Dino Riders.

Il cartone, di cui furono prodotti soltatnto 14 episodi, racconta le vicissitudini della guerra fra i Valorian -popolazione pacifica che usa i propri poteri telepatici per un vita in armonia- e i mostruosi (vuoi o non vuoi i cattivi sono sempre mostruosi) Rulon, che invece usano i poteri della mente per soggiogare e piegare ai propri voleri le altre forme di vita.

Due gruppi appartenenti alle diverse fazioni si ritrovano scaraventati sulla terra nell’epoca preistorica: utilizzando i propri poteri entrambi sfrutteranno i possenti dinosauri del periodo per combattere la propria guerra. I Rulon però non si faranno scrupoli a “schiavizzare” i giganteschi rettili usando dei caschi che determinano su di loro un condizionamento mentale. I Valorian invece usano la telepatia per instaurare un rapporto di fiducia con i “loro” dinosauri traformandoli un po’ in animaletti domestici.

Come sempre il vostro buon [email protected] è prpnto a regalarvi l’opening italiana.

Continue reading Dino Riders – I cartoni dimenticati degli anni 80 [pt.9]

Dungeons and Dragons – I cartoni dimenticati degli anni 80 [pt.8]

Dungeons & DragonsNuova puntata alla scoperta dei cartoni degli anni 80 che non hanno avuto grande successo (e di cui per tanto sono state prodotte solo poche puntate) ma che, per una ragione o per un altra, hanno lasciato un segno indelebile nei cuori di tanti.

Stavolta si parla di Dungeons and Dragons!

La serie, della durata totale di 27 episodi e prodotta dalla Marvel così come Pandamonium,  debuttò il 17 settembre 1983 alle ore 9.30, in competizione con Pac-Man sulla ABC e nientemeno che con i Puffi sulla NBC.

Come suggerisce il titolo l’ovvia fonte di ispirazione fu la prima edizione di Advanced Dungeons & Dragons, tant’è che i personaggi rappresentavano chiaramente alcune delle classi del gioco (l’acrobata, il cavaliere, il barbaro) e che erano presenti alcuni personaggi importanti del gioco stesso (Tiamat, Lolth).

La serie andò avati per tre stagioni (di cui l’ultima composta soltanto di 3 episodi) prima di andare incontro alla chiusura a causa dei bassi ascolti.

Dungeons and Dragons fu trasmesso in Italia nella seconda metà degli anni 80 sulle reti Mediaset, per lo più nella fascia mattutina del week-end.

Nonostante la programmazione non esattamente popolare, la serie continua a riscuotere un discreto successo, tanto da venir ancora riprogrammata su reti del digitale terrestre.

Pandamonium – I cartoni dimenticati degli anni 80 [pt.7]

PandamoniumPreparatevi a leccarvi i baffi cari amici nostalgici degli anni 80 perchè oggi il vostro buon [email protected] vi ha preparato una vera prelibatezza.

Era l’anno 1986 e su Italia 1 fece la sua comparsa uno dei cartoni più misconosciuti del decennio di plastica.

All’interno del contenitore “Ciao Ciao” (non ricordo bene se prima, dopo o al posto dei Masters of the Universe) venne trasmesso Pandamonium.

Il cartone raccontava la storia di tre Panda (Chesty, Timothy e Algernon), che non solo sono parlanti, ma possono unirsi a formare Poppapanda, una specie di potente totem pandesco. I tre allegri Panda insieme a Peter e Peggy Darrow cercavano di recuperare i pezzi della magica Piramide del Potere tentando di battere sul tempo il malvagio Mondraggor, perfido conquistatore alieno che intendeva usare il potere della Piramide per conquistare la terra.

Il cartone fu prodotto nel 1982 dalla Marvel, che, durante una evidente crisi di identità, si convinse di essere Hanna & Barbera e produsse un cartone comico-avventuroso che ricordo davvero gradevolissimo.

Il fatto è che questo cartone è una vera rarità…basti vedere la penuria di immagini e video su Internet! In Italia fu trasmesso solo nell’86 e non fu MAI più replicato. Entra a pieno titolo quindi in quel novero di meteore animate che hanno attraversato gli anni ’80 catturandone tuttavia l’essenza in pieno. Continue reading Pandamonium – I cartoni dimenticati degli anni 80 [pt.7]

Le terribili sigle dei G.I.Joe (parte IV) – L’errata corrige

Qualche tempo fa ho scritto alcuni articoli sulle theme classiche dei G.I.Joe (per essere precisi li trovate qui e qui) e sulle loro  reinterpretazioni animate moderne (che trovate qui).

In occasione del primo articolo ho pinocchiescamente scritto che (riporto testualmente) “ne esistono di diverse (credo una per ogni stagione) ma la Theme è sempre la stessa”

Ovviamente i ben informati mi hanno fatto notare che la frase sopra riportata equivale a grandissima cappellata, per cui sono qui con il capo cosparso di cenere a chiedere perdono.

Infatti nei primi anni ’90 la DIC produsse almeno due stagioni con una sigla diversa rispetto alle precedenti.
Questi cartoni in Italia non mi pare siano mai arrivati (ecco, così mi sono preparato il campo per il prossimo articolo di correzione…) e propongono le relativamente misconosciute versioni corazzata di Cobra commander e dorata (!) di Destro. Guardatavelli!

Continue reading Le terribili sigle dei G.I.Joe (parte IV) – L’errata corrige

I cartoni dimenticati degli anni 80 – pt.1

Cominciamo una bella serie di articoli-rassegna di tutti quei cartoni che vi hanno fatto passare qualche lieta mezz’oretta da piccoli e che avete poi inesorabilmente cancellato dalla vostra memoria, salvo poi dire “aaaahhhhh, vero! Me lo ricordo” quando un povero pirla come me vi mostra qualche sigla dopo un po’ di ricerche, neanche troppo approfondite…

Cominciamo con gli Starcom! (Starcom: The U.S. Space Force), serie di cui sicuramente ricordate meglio i giocattoli: fighissimi mezzi spaziali trasformabili, pilotati da curiosi omettino dotati di magneti ai piedi. Gustatevi la sigla.

Le meravigliose sigle dei Transformers

lalTransformers openingI motivi per essere innamorati della G1 dei Transformers (e con G1 intendo le serie scritte negli States e non quelle robe orripilanti made in Japan) sono innumerevoli. Basterebbe già di suo l’indiscutibile fighitudine di molte di quelle macchine che si trasformano in robottoni giganti (e ne abbiamo già parlato quì, quì e ancora quo e quà), ma possiamo anche aggiungerci la meravigliosa stupidità di Megatron che finisce sempre col farsi fregare non solo dai “pacifici” autorobot ma anche da quel gran faccia di c##o di Starscream (scusate, Astrum), o i mille errori di produzione sparsi in tutte le puntate (come ad esempio colori sbagliati dei robot o personaggi nello sfondo fantasiosi o incongruenze delle più disparate).

Ma il vero motivo per cui amavo questi cartoni da piccolo (e pure da grande, và) sono le sigle. Hanno quel non so ché di malinconico che si accorda perfettamente con la storia della guerra di Cybertron e con quella degli Autobot che, anche se esiliati senza speranza di ritorno (o almeno così sembra all’inizio) su un pianeta lontano migliaia di anni luce, sono costretti a continuare a combattere ancora i Decepticon.

Per condividere con voi quei bei momenti vi posto di seguito le 4 (!) sigle della G1, nella gloria dell’ HD!

Cominciamo con la splendida opening della season 1

Continue reading Le meravigliose sigle dei Transformers

I cartoni Filmation di Batman – Errata corrige-

Nel precedente post ho, erroneamente, scritto che in Italia non si è visto niente dei cartoni Fimation di Batman. Ovviamente era una fregnaccia, come mi ha giustamente fatto notare il buon Emiliano Santalucia su Facebook, linkando anche il video (che prontamente vi rigiro) della sigla del contenitore “Noi supereroi” in cui furono trasmessi i suddetti cartoni.

http://youtu.be/wtEiNc69m4g

Un tuffo negli 80 (pt 6) – Quackula, il primo papero vampiro –

Credevate forse che il primo papero vampiro apparso in TV fosse Dacula? Poveri ingenui, ovviamete le cose non stanno così. L’idea di un papero malvagio e attratto dal sangue è decisamente più antica e trova in Quackula il suo primo rappresentate. Si tratta di un personaggio creato per la serie a cartoni Heckle & Jeckle (ve li ricordate quei due simpatici corvi?) e protagonista di uno spin off tutto suo composta da 16 episodi trasmessi in occasione dell’edizione speciale del 1979 dei corvi suddetti, prodotta dalla Filmation.

Per lungo tempo ho pensato che Quackula fosse in qualche modo imparentato con Dacula ma ovviamente mi sbagliavo,a mia discopa posso però dire che fui tratto in inganno da una pagina apparsa in Italia su un numero della serie dedicata a Dacula edita dalla Play Press in cui (penso autori italiani) illustravano quali fossero le caratteristiche del papero vampiro usando come esempio quello che veniva presentato come antenato da Dacula e che era stranamente somigliante a Quacula!
Continue reading Un tuffo negli 80 (pt 6) – Quackula, il primo papero vampiro –

Un tuffo negli 80 (pt 4) – I nostri eroi alla riscossa –

Cartoon All-Stars to the RescueNel 1990 (spero vogliate passarmi la licenza di accorpare questo articolo a quelli sugli anni 80 nonostante questo piccolo anacronismo) venne prodotto un mediometraggio a cartoni animati dalle caratteristiche abbastanza uniche dal titolo “I nostri eroi alla riscossa” (titolo originale: Cartoon All-Stars to the Rescue). Si trattava di uno speciale televisivo prodotto a scopo educativo per veicolare un messaggio di prevenzione contro la droga, in cui compaiono molti popolari personaggi degli anni 80.
È stato prodotto da McDonald’s, Walt Disney Television Animation e da Southern Star Productions, in collaborazione con la Wang Film Productions.
Questo speciale fu originariamente trasmesso il 21 aprile, in simultanea su tre fra le maggiori emitenti statunitensi: ABC, NBC, CBS, e anche su diverse altre reti indipendenti. Inoltre McDonald’s ne distribuì una edizione vhs per la visione casalinga prodotta da: Buena Vista Home Video, con inserita una sequenza introduttiva dell’allora presidente statunitense George H. W. Bush, insieme alla prima donna Barbara Bush. Continue reading Un tuffo negli 80 (pt 4) – I nostri eroi alla riscossa –