Tag Archives: Transformers

Recensione Fall of Cybertron Soundwave

transformers-fall-of-cybertron-voyager-soundwave-pre-order-320-p

Eccoci con una nuova recensione di AF. Come avevo scritto nel precedente post, TF: the fall of Cybertron si porta dietro come coda tutta una serie di Action figures più o meno liberamente ispirate ad esso, che il vostro buon [email protected] non poteva esimersi dal comprare.

Ovviamente tra questi ci sono i Combacticons (e di conseguenza Bruticus). Prima però di addentrarci nella recensione in 6 parti sul primo combiner che la Hasbro produce da un botto di tempo, mi prendo un secondo per parlarvi di un altro personaggio che nel gioco riveste un ruolo marginale ma che ha una controparte di plastica di tutto rispetto: Fall of Cybertron Soundwave.

Il fidato braccio destro di Megatron aveva già avuto una versione AF nel precedente capitolo (la battaglia di Cybertron) che non brillava particolarmente per bellezza e giocabilità.

In questa nuova incarnazione (che è una deluxe class e quindi di dimensioni superiori alle altre AF) spiccano un paio di caratteristiche che rendono un po’ più tridimensionale ed interessante il buon Memor Soundwave.

Lo sculpt risente di quello che sembra essere un difetto generalizzao nelle AF di the Fall of Cybertron: le esageratamente lunghe braccia ed il conseguente aspetto scimmiesco

Soundwave body Continue reading Recensione Fall of Cybertron Soundwave

Transformers: the fall of Cybertron – cosa ti è rimasto

Ok, ormai ho finito Transformers: the fall of Cybertron da circa una settimana ed ho avuto il tempo di sedimentarlo ed è arrivata l’ora di tirarne le somme.

Premetto che non starò quì a parlare di realizzazione tecnica, di numero di poligoni di elementi su schermo ecc. -per quello ci bastano e avanzano le migliaia di siti e riviste esistenti-. Quello che mi interessa è l’esperienza ludica, la sensazione che ti resta dopo aver speto la consolle, terminato una missione o finito il gioco.

Veniamo a noi: dopo essermi divertito non poco con il capitolo precedente, The War for Cybertron nutrivo on poche speranza per questo nuovo gioco. Sono state esaudite? Si, direi proprio di si.

Innanzitutto il gioco è ben più luno e longevo del precedente e la cosa, oltre a garantire un numero di ore di gioco più soddisfacente, ha consentito anche di sviluppare una trama più articolata.

Niente che meriti l’oscar, per carità, però la storia è lunga, articolata e corale, con tante missioni diverse rese varie dalle particolarità dei singoli character in gioco.

Così oltre ai livelli incentrati sugli alt mode (come le missioni di volo o di guida) sono presenti misssioni stealth (Cliffjumper) o incentrate sull’agilità (Jazz) piuttosto che sulla forza bruta (Grimlock).

3409Transformers-Fall-of-Cybertron_Grimlock-in-robot-form_7_1330904356
…e a proposito di forza bruta Grimlock la sua da dire ce l’ha…

Continue reading Transformers: the fall of Cybertron – cosa ti è rimasto

[email protected] vuole: Fall of Cybertron Metroplex

Metroplex fall of Cybertron

Uno dei momenti di autentica emozione© che si passa giocando a Fall of Cybertron è quando un gigantesco Metroplex si alza trasformandosi nel Robot mode, rispondendo all’appello di Optimus Prime.

Cioè che Grimlock sia figo te lo aspetti e per Bruticus hai praticamente comprato il gioco, ma che Metroplex sia COSI’ grosso non lo avevi messo in conto.

Così, mentre la partecipazione di Metroplex si è rivelata alla fine più marginale di quanto sperassi, nelle mani mi è rimasto un nerdoso pruritino di possedere fisicamente quel colosso.

Poteva la Hasbro ignorare i nostri bisogni (e tirarci su un po’ di pila)? Ovviamente no ed ecco che viene annunciato il PIU’ grosso Transformer di sempre: Fall of Cybertron Metroplex.

E lo è davvero e guardate un po’ le foto e vi fate un’idea delle proporzioni.Dopo il Fall f Cybertron Bruticus (in verità un po’ così così a causa di una paio di inghippi di design) ci troviamo davanti un’altra grande bestia. Anzi questo Fall of Cybertron Metroplex promette di essere LA grande bestia che promette di essere davvero massiccia e compatta!

Continue reading [email protected] vuole: Fall of Cybertron Metroplex

A [email protected] piace(rebbe): MP-13 Soundwave

Soundwave MP

I Masterpiece, per quei pochi di voi che ancora non lo sanno, sono una linea di costosi modellini, (più o meno) in metallo che la Takara produce sui Transformers. In genere nella linea vengono rieditati (in maniera tendente al figo e con picchi di fighissimo) i classici personaggi dell G1.

Il vostro buon [email protected] già in passato aveva ceduto alla tentazione dei Masterpiece, acquistando addirittura il primo di questa fortunata serie: l’ MP01 Optimus Prime.

Adesso la Takara ha deciso che è di nuovo giunta l’ora di attingere alle mie già fin troppo stremate tasche, annunciando nel 2013 l’uscita del MP dedicato ad uno dei Transformers più spaccacooli di sempre: Soundwave (aka Memor).

Questo MP-13 Soundwave oltre ad essere sorprendentemente simile alla controparte del cartone animato degli anni 80, arriva con Laserbeak (una delle cassettine robot che nel cartone venivano fuori dal petto di Memor).

Ovviamente le altra cassettine sono previste e vanno acquistate a parte… Continue reading A [email protected] piace(rebbe): MP-13 Soundwave

Recensione Henkei Optimus Prime

Con questo Henkei Optimus Prime comincia una serie di tre post di recensioni sui Transformers.

E’ da un bel po’ di tempo che vado dietroa questa Action Figure per eBay e fiere varie e finalmente grazie ad un sito di Hobbystica giapponese sono riuscito a venirne in possesso! Evviva!

Giù la maschera: il mio obiettivo è quello di ricreare l’equipaggio originale dell’Arca, vale a dire il cast di personaggi della prima stagione dei cartoni G1. Già ho recuperato WheeljackJazz e i piccoli Brawn, Cliffjumper e Beachcomber del Minibot attack team ma la mancanza del valoroso leader degli Autobot non potevo protrarsi ancora a lungo.

Cominciamo subito col dire che si tratta di una rivisitazione con pesante remold in chiave moderna del classico Optimus Prime, ma questo suppongo lo aveste già capito.

La rivisitazione del modello originale pur mantenendo i capisaldi del pezzo originale è abbastanza estrema e moderna. Il risultato finale è ovviamente diverso dall’imponente Optimus Prime PM01

L’ aspetto del robot in una visione d’insieme dell’ Henkei Optimus Prime è imponente  e massiccia. Continue reading Recensione Henkei Optimus Prime

Transformers – the war for Cybertron: cosa ti è rimasto

Ho finito Transformers –  the war for Cybertron ed è quindi giunto il momento di tirare le somme e capire che sensazioni mi ha lasciato questo gioco.

Come forse saprete mi ero avvicinato al titolo con un po’ di titubanza. Il perchè è presto detto: non mi piacciono gli shoot’em up. E basta. Eppure alla fine mi sono lasciato sedurre dall’ambientazione e dal prezzo estremamente abbordabile.

Poi c’è anche il fatto che sto già sbavando dietro all’annunciato seguito del gioco -the fall of Cybertron- ed alle Action Figures ad esso ispirato, fra cui spicca il ritorno dei combiners.

Esatto quelli che si uniscono per formare un robottone gigante.

Esatto quelli che mi faranno spendere un mare di soldi.

Esatto quelli che mi faranno spendere un altro mare di soldi anche in nuove Billy dell’ Ikea ed in regali e fiori per convincere la signora [email protected] che sposarmi non è stato il più grande errore della sua vita.

Ma di questo magari ne riparliamo un’altra volta. Continue reading Transformers – the war for Cybertron: cosa ti è rimasto

A [email protected] piace: il trailer di Transformers: fall of Cybertron

Sarà che è da un po’ che soo tentato da Transformers: war fo Cybertron che da qualche tempo mi irretisce nell’Auchan vicino casa provocandomi con un onestissimo prezzo equivalente a 10 eurozzi.

Sarà che è da un bel po’ che il trip Transformers mi va e viene con una certa costanza portandomi a collezzionare ‘sti pupazzetti che avevo abbandonato quando ancora ero infante  e a leggere quasi tutte le molteplici incarnazioni a fumetti dei robottoni di Cybertron.

Oppure sarà che è semplicemente bello, ma tant’è che ho visto questo trailer di Transformers: fall of Cybertron in uscita in questo 2012 e l’indice di salivazione mi è pericolosamente salito.

A parte l’evvessiva pupazzosità (soprattutto dei visi) di Bumblebee e Optimus Prime, è tutto splndidamente figherrimo! Per non parlare poi di Grimlock e dei combiners!!!

Abbiamo capito: si prospetta una nuova spesa per il vostro [email protected] in ambito vieoludico. (E godetevi il trailer che lo che non aspettavate altro)

Continue reading A [email protected] piace: il trailer di Transformers: fall of Cybertron

Recensione HENKEI C18 MINIBOT ATTACK TEAM

Il C18 MINIBOT ATTACK TEAM è un lotto composto da tre mini robot (nello specifico Beachcomber, Cliffjumper e Brawn).

Devo dire di essermi accostato all’acquisto del pack dei mini-bot (assieme ha questo ho preso anche il pack con lo spy team la cui recensione arriverà a breve) con una certa diffidenza. Ricordate i mini transformers degli anni 90? Quelli un po’ tutti uguali gli uni agli altri? Ecco temevo di trovarmi di fronte ad una cosa del genere, ma per il mio maledetto amore di completezza nel nome del dio collezionismo, ho superato la paura e, per soli trenta sacchi, proceduto all’acquisto di entrambe le confezioni.

Alla fine ammetto di essermi ricreduto, trovandomi di fronte a dei pupazzetti di piccole dimensioni (sono alti all’incirca 8cm) ma estremamente ben fatti e divertenti.

Il car mode come potete vedere nelle foto quì in basso è molto ben realizzato. Particolare carino da notare: Beachcomber ha un’arma montata nella versione automobile ed è l’unico mini-bot ad avere un’arma in una delle due forme.

Car mode

Continue reading Recensione HENKEI C18 MINIBOT ATTACK TEAM

Un tuffo negli 80 – Diaclone: prima dei Transformers (III)

diaclone-car-robot-assortment

Nuovo, piccolo post di aggiornamento sui genitori dei Transformers, i Diaclone (di cui già in passato avevo parlato) in attesa di cominciare a recensire tutto quelbagordo di roba che ho comprato a Mantova Comics facendomi beffe della crisi economica.

Vi posto tre pubblicità di Diaclone che entro poco tempo si sarebbero reincarnati come Transformers della prima ondata. In particolare ricordo Jazz che, nelle pubblicità del Topolino, faceva parte dei Trasformers, senza la “n”.

Anche il buon Grimlock fa la sua bella apparizione nella linea Diaclone, con tanto di fiamme dalla bocca come si confà ad ogni mostro giapponese che si rispetti.

Enjoy!

Continue reading Un tuffo negli 80 – Diaclone: prima dei Transformers (III)

A [email protected] piace: Transformers Prime

Oggi vi parlo di Transformers Prime, una serie televisiva molto ma molto carina che mi sembra sia passata un po’ troppo sotto silenzio quì in Italia.

La serie è l’ennesimo reboot della continuity dei robottoni di Cybertron. Dopo gli anni oscuri di produzioni, tutte terrificanti, made in jappolandia e dopo il carinissimo interludio id TF animated con le versioni deformed dei robottoni, questa volta si passa ad una produzione in CGI, nata da un’ipotetica fusione di elementi della G1 e dei film, con una spruzzatina di echi dall’animated stessa (da cui derivano alcuni character ed alcuni caratteri di design).

La serie nasce con una miniserie di 5 episodi (intitolata Darkness rising) a cui segue la prima stagione vera e propria. Non sto quì a spoilerarvi gli eventi della serie, anche perchè qualsiasi fan della G1 può sospettare quale sia la conclusione della stagione (i cui semi erano già stati lanciati nella miniserie iniziale) con un colpo di scena finale davvero interessante che apre le porte alla seconda stagione, guarda caso, già anunciata dalla Hasbro.

Elementi che mi hanno particolarmente convinto, oltre alle sceneggiature – tutte godibili e con rarissimi abbassamenti qualitativi – sono il mecha design (bello ma mai eccessivamente coplesso da rendere incomprensibili le scene d’azione) e la regia sempre parecchio ritmata ed efficace.

Se vi siete persi questa serie vi consiglio di provare a cercarla e darci un’occhiata: potreste rimanere piacevolmente sorpresi. Così per incitarvi un po’ vi metto pure la bellissima opening. Enjoy!