E’ finita la magia?

a kind of magicQuesto pezzo è una risposta diretta al post del buon vecchio MikiMoz (che al momento starà facendosi un bel bagno alla faccia nostra) ed al post di risposta del buon vecchio Emanuele. Si parlava della fine della magia della propria infanzia. Di quando si smette di guardare il mondo con meraviglia ed emozione.

Devo ammettere che in effetti anche per me la magia sembrava essere finita. Non ricordo un momento specifico ma pian piano intorno ai 10-12 anni ho cominciato ad essere sempre più disinteressato ai giocattoli prima ed ai fumetti poi.

La mia attenzione veniva attirata dai videogiochi (che sono ancora un mio grande amore), dal mondo dell’informatica in generale, dalla musica (ascoltata e suonata), dalle ragazze e, fondamentalmente, dai cazzi di una vita che uscendo dall’infanzia cominciava a farsi complicata.

Ricordo ancora quando mi accorsi di guardare mio fratello con malcelata superiorità mentre lui -insieme ad alcuni amici- giocava con i “pupazzi”, mentre io ero già preso da cose ben più serie.

Fine de giochi, giusto?

Sbagliato, sbagliatissimo.

Eh si perché, come scrivevo nei commenti dei post che ho linkato all’inizio del pezzo, per gente come me (e, visto che state su queste pagine a leggermi, probabilmente anche per voi), la magia non si spegne mai. Sta lì buona buona a covare sotto le ceneri per poi riesplodere quando meno te l’aspetti.

Another brick in the wall

Ero al terzo anno di università, credo. Un periodo difficile, fatto di fatica e problemi personali. Un pomeriggio rimandando il momento di mettermi sui libri a studiare, mi sono messo a fare un po’ di zapping in televisione.

Niente di speciale.

Su una rete locale trovai però qualcosa che catturò la mia attenzione. Stavano trasmettendo una puntata del vecchio cartone di He-man della Filmation.

Rimasi a guardarlo per qualche minuto e avvenne la magia.

he-man magia

Senza un preciso motivo mi ritrovai a provare le stesse emozioni del me bambino che tornava a casa dall’asilo ed in TV trovava quel cartone. Fu come se le mura del cinismo si fossero di colpo crepate per poi finire in mille pezzi.

 

Non si trattava di semplici ricordi o di nostalgia. Stavo vivendo esattamente le stesse sensazioni di quando ero piccolo, le medesime farfalle nella pancia.

Andai a riprenderei vecchi MotU in cantina e cominciai a setacciare eBay per completare la collezione e ogni volta che suonava il postino, via di farfalle!

E la cosa non accadeva soltanto per i pupazzetti muscolosi, ma ben presto si allargò a tutte le mie passioni.

Le farfalle nella pancia le provo ancora oggi ogni volta che entro in fumetteria, che metto sulla Playstation un gioco nuovo o che guardo un cartone animato con la piccola [email protected]

Si, perché c’è anche quello. I suoi occhi freschi ed innocenti hanno restituito un punto di vista nuovo ai miei. Se mai ho dimenticato come si fa a giocare, lei è qui a ricordarmelo.

A voi invece la magia è finita o continua ancora oggi?

Per oggi è tutto, qui [email protected], passo e chiudo.

10
Lascia un commento

avatar
 
5 Autori dei commenti
W@lly WestMikiMozEmanuele Di GiuseppeRiccardo GianniniKiral Autori dei commenti più recenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Kiral
Member

Come dissi da Moz e Ema, anche per me la magia non è mai sparita, semplicemente ha cambiato forma! Vivere con un pizzico di ironia “alla Ariosto” penso sia il modo migliore per poterla vedere chiaramente 😀

Riccardo Giannini
Member

Bel post Wally! Ma a questo punto vorrei vedere qualche foto della tua collezione di Masters (avevi messo qualcosa in chat, se non sbaglio). Hai qualche link?

Emanuele Di Giuseppe
Member

Ottimo, alla fine anche tu hai fatto un post di risposta! Grazie per la citazione.
Ma sai che ora che hai descritto il tuo ritorno della magia, mi è venuto in mente che è accaduto qualcosa di simile anche a me. Niente farfalle però, secondo me le mie sono tutte morte. Comunque nel corso degli ultimi anni mi è capitato beccare un videogioco che mi ha preso talmente tanto (cosa piuttosto rara ultimamente) e come quando ero bambino e in classe guardavo l’orologio tutta la mattina, sperando che quelle lancette si mettessero a correre perché non vedevo l’ora di tornare a casa e accendere il Sega Master System, mi sono capiate situazioni molto simili ma invece che a scuola, ero a lavoro!
Forse qualche farfalla l’ho sentita a 20 anni circa, quando grazie al DC Forum ho ripreso a comprare gli albi originali, sia la sera prima che il giorno stesso in cui mi recavo in fumetteria, una volta al mese perché era abbastanza lontana e poi spedivano solo una volta al mese.
Probabilmente ne ho sentita qualcuna anche un anno prima e mi hai appena suggerito un controrisposta, che però pubblicherò l’ultimo giorno del mese!

MikiMoz | <span class="wpdiscuz-comment-count" style="font-size:11px">55 comments</span>
Ospite

Ma non ho mai capito che fine abbia fatto il commento che ti lasciai…

Moz-