Galtar and the golden lance – I CARTONI DIMENTICATI DEGLI ANNI 80 [PT.17]

GaltarNello smisurato panorama dei cartoni animati degli anni ’80, gli emuli di He-man occupano uno spazio decisamente ampio.

La dirompente ascesa del biondo e nerboruto barbaro, resa possibile dalla Filmation, portò tanti produttori di giocattoli e di cartoni animati a ripercorrere i passi della Mattel e della stessa Filmation.

Anche il magico duo Hanna & Barbera ci provò producendo fra il 1985 ed il 1986 la serie Galtar and the Golden Lance.

La serie era composta da puntate della durata di circa 30 minuti, trasmesse come segmento nello show The Funtastic World of Hanna-Barbera.

In tutto furono prodotti soltanto 21 episodi. La serie era in verità costruita come un work in progress. C’erano le basi ed un vago sentore di dove si doveva andare a parare ma il dipanarsi della storia veniva portato avanti puntata per puntata. La fine giunse tuttavia rapida ed impietosa sotto la forma di scarsi ascolti, lasciando di fatto la serie priva di un finale vero e proprio.

Intanto guardatevi la opening e dopo continuiamo a parlare di Galtar il biondino.

La storia

Le premesse sono quanto mai originali.

Su un lontano pianeta,in cui si fondono magia e tecnologia,il crudele Lord Tormack vuole impossessarsi del potere assoluto.
La principessa Goleeta, fortuitamente fuggita dalle sue truppe, si imbatte in Galtar, un giovane cavaliere.galtar hero

Quest’ultimo vedendo la dolce damigella in pericolo decide di proteggerla e di aiutarla a rovesciare l’usurpatore Tormack.
Insieme si mettono alla ricerca di una potentissima arma, con la quale possono fronteggiare lui e la sua armata: la lancia dorata. Una volta recuperata la lancia ed un magico scudo,i nostri iniziano una strenua lotta contro Tormack.

L’oblio e le apparizioni tardive

Che Galtar non sia uno dei figli più famosi di Hanna & Barbera non me lo sto inventando io.

Dopo la chiusura della serie il personaggio venne ripescato per un unico cameo muto nella serie Harvey Birdman, Attorney at Law . Harvey chiama lui e la sua Lancia d’oro  al banco in un caso di cybersquatting


Dopo praticamente il nulla. Anche per l’home-video, a parte un’unica edizione in DVD (tra l’altro pure discretamente difficile da trovare) non fu prodotto altro.

E in Italia?

Ho cercato e ricercato ma non ho trovato tracce certe del passaggio di Galtar nelle reti italiche. Eppure sono convinto di sbagliarmi visto che sono epidermicamente convinto di avere già visto il personaggio in giro.

Che mi stia dimenticando qualche passaggio magari nella solita TMC?

Chiedo aiuto a voi e alla vostre infinita conoscenza.

Intanto vi saluto. Per oggi è tutto, qui [email protected], passo e chiudo.

21 thoughts on “Galtar and the golden lance – I CARTONI DIMENTICATI DEGLI ANNI 80 [PT.17]”

      1. bello speciale per un grande spazio web vi seguo sempre con piacere
        quanto al cartone…
        visto in TV anni fa e ricordavo un Andrea Ward come voce del protagonista
        ma pensavo di essermi confuso con qualche altro cartone animato
        ma il sempre illuminate sito di Antonio Genna ha chiarito ogni dubbio
        e accertato che fosse effettivamente Andrea Ward sul personaggio

        1. visto in TV anni fa e ricordavo un Andrea Ward come voce del protagonista
          ma pensavo di essermi confuso con qualche altro cartone animato
          ma il sempre illuminate sito di Antonio Genna ha chiarito ogni dubbio
          e accertato che fosse effettivamente Andrea Ward sul personaggio

          Non so come ringraziarti sia per i complimenti che per la dritta che mi hai dato su questo cartone! Del sito di Genna c’è da fidarsi e se combacia con i tuoi ricordi abbiamo una contro conferma. Anch’io avevo il sentore di averlo visto di sfuggita.
          Certo il fatto di avere Andrea Ward come doppiatore mi fa pensare ad un adattamento non troppo vecchio…

  1. Qua non so aiutarti: lo conosco come copia di He-Man ma mai visto in tv.
    Addirittura lo avevo dimenticato fino a oggi… Non saprei cosa dirti, dunque.
    Peccato che l’abbiano chiuso… ma i Masters erano i Masters! XD

    Moz-

    1. si, se paragonato a He-man non valeva neanche le mutande di pelo. Però sti angoli misconosciuti del mondo cartoonesco mi intrigano troppo 😉

  2. Riscriviamo il commento provando a non tirar giù bestemmie!
    Mamma mia che hai tirato fuori! Però ricordo solo il cavallo, il protagonista per niente.
    Purtroppo non ti so dire dove lo abbia conosciuto perché ne ho un ricordo molto vago e sono certo che si tratta di ricordi dell’infanzia, ad esempio non è perché l’ho visto in una pubblicità in un albetto originale.
    Sono certo di non confonderlo col cavallo di BraveStarr perché il colore blu è la cosa che mi è rimasta più impressa.
    Il messaggio originale era scritto meglio ma credo di aver recuperato la sostanza.

    1. Quindi siamo a due con un ricordo vago, Genna che assicura il passaggio in Italia ed un ampia pletora che lo sconosce completamente. Strano per una generazione cresciuta davanti alla TV no?

      1. Molto strano, infatti mi sono meravigliato dei commenti qui sopra.
        Mi è appena venuto un dubbio però… non c’era un anime con un gigantesco cavallo robotico blu? Stavo pensando che potrei averlo confuso con quello ma Google non mi dà nulla. Era tipo ma blu… ma è probabile che stia facendo un minestrone di ricordi.

        1. boh, sinceramente non mi viene in mente niente con le caratteristiche che descrivi te. Contatto Genna per sapere se ha delle prove. Vi aggiorno

          1. Cavallo. Il cane blue è di Kyashan.

            @[email protected]: nel mio commento c’era una parola che riportava ad un’immagine… ora non si vede più e sembro matto ^^’
            Mi sa che i link ora si possono mettere solo col tasto (io l’avevo messo usando codice html).

            1. si, può darsi che la formattazione ia andata persa nel cambio sorry…
              Per i lnk in verità non dovrebbe esserci problemi visto che il tasto semplifica soltanto l’inserimento del codice HTML

Rispondi