Masters of the Universe: Digital First #1 “The Lost Knight”

motu01 coverQuesta mattina mi alzo bello rilassato, accendo il computer e dò la mia solita occhiata svogliata ai siti che ho fra i preferiti all’apertura del Browser.

E’ così che sul forum di He-man.org leggo una notizia che riesce immediatamente a scuotermi dal torpore mattutino!

La DC comics ha pubblicato su Comixology il primo di una serie di 6 (credo) fumetti che fanno da preludio o da intercalari alla nuova miniserie in uscita da Luglio (di cui ho parlato già un paio di volte).

Poteva il vostro buon [email protected] trattenersi dallo spendere questo dollaro e leggersi subito il fumetto in questione?

Ma ovviamente no ed ecco il pechè adesso stiamo quì a parlarne.

Cominciamo con elencare un paio di nomi interessanti dai credits. I testi sono niente meno che di Geoff Johns mentre ai disegni troviamo un altro nome importante: Howard Porter.

Con autori del genere il successo dovrebbe essere garantito, ed infatti quello che ne viene fuori è una storiellina di contorno ma assai gradevole che scorre via liscia liscia, seminando quà e là anche qualch spunto interessante o qualche frecciata che non mancherà di galvanizzare i fan di He-man e cricca (gli scareglows, i beastmen e la torre di Eternia che si intravede in una mappa).

Andiamo con ordine.

Come dicevo la storia di questo The lost Knight è un prologo alla mini ed è incentrata su Sir Laser Lot.

Per chi non lo sapesse il tipo di cui sto parlando è un nuovo character dei Masters, comparso per la prima volta quest’anno in forma di AF per la serie dei Classics, creato dallo stesso Johns per festeggiare il 30esimo anniversario dalla creazione dei MotU.

Il personaggio viene definito abbastanza bene nelle poche pagine del fumetto e quello che si capisce chiaramente è che molti elementi delle bio dei Masters of the Universe Classics (che sono state create per dare un background che spiegasse tutto e desse un po’ di chiarezza alla multiple versioni della storia di He-man) sono stai inclusi pari pari nel nuovo fumetto (ad esempio King Grayskull e lo stesso Laser Lot o -rabbrvidisco- Spector).

La storiellina mi è piciauta – dicevo – così come il personaggio. Ma mi sono chiesto come mai allora Sir Laser Lot mi è sempre stato così sul coolo fino ad ora? La semplice risposta la si ritrova guardando il pupazzo.

sir-laser-lot

Il motivo per cui il personaggio non mi è dispiacito è che in tutta la storia (e per fortuna) non mette mai quell’orribile armatura azzurro-prima comunione. Quindi il problema è che è l’AF ad essere semplicemente brutta. La storia finisce lì.

Purtroppo Howard Porter non fa un grandissimo lavoro ai disegni e si vede proprio che tira via parecchie vignette senza impegnarsi più di tanto.

Nell’ultima pagina possiamo dare una sbirciatina al nuovo look degli evil warriors

Bene Mer-man e Skeletor…Beast man con la cresta a-la Mister T se sfiora decisamente il ridicolo. Però Trap Jaw e soprattutto Evil Lyn sono decisamente da bocciare.

La colpa sarà di uno svogliato Porter o di un redesign infelice?

Credo che la risposta arriverà comunque presto con l’uscita del primo albo della mini.

2
Lascia un commento

avatar
 
2 Autori dei commenti
W@lly Westrikynova83 Autori dei commenti più recenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
rikynova83 | <span class="wpdiscuz-comment-count" style="font-size:11px">17 comments</span>
Ospite
rikynova83 | 17 comments

Io sono curiosissimo di conoscere e leggere tutte queste nuove storie legate alla mitologia dei master. Però quello Skeletor cultorista…arghhh