Recensione Optimus Prime MP01

Come dicevo ho ceduto alla tentazione e a Lucca comics ho comprato (senza pensarci neanche tanto su) il Masterpiece di Optimus Prime. Si tratta del primo, maestoso Masterpiece, un gigante pesantissimo fatto quasi del tutto di metallo e pieno zeppo di articolazioni e gimmick, che adesso fa bella mostra di sé nella mia vetrinetta delle meraviglie.

Il modellino è stato rilasciato nell’ormai lontano 2003 e, secondo molti, rappresenta ancora oggi lo stato dell’arte per quanto riguarda il prode comandante degli autobot.

In versione robot c’è poco da dire. Il modello è semplicemente perfetto, simile oltre misura all’originale dei cartoni G1 e dall’aspetto possente grazie soprattutto alla massiccia quantità di metallo con ui è costruito.

Unico, piccolo, neo sta, a parer mio, nelle gambe che sono un po’ troppo massicce e tozze (non per niente nel più recente Masteripiece di OP, il 10, uno degli elementi meglio riusciti nel remold sono le gambe che appaiono decisamente più snelle e slanciate).

Optimus prime MP1

La scultura del viso è decisamente ben fatta. Gli occhi, di plastica blu trasparente, possono illuminarsi, così come lo fa la matrice nascosta nel petto di OP.

OP

Nella scatola, oltre al possente robottone, troviamo anche una serie di armi composte dal classico cannone, dall’ascia di energia (mostrata in uno dei primi episodi della prima stagione G1) e da un Megatron in alt mode che può essere impugnato da OP ed usato come arma (anche questo è un omaggio molto carino alla G1).

Assieme a tutto ciò è presente un simpatico e ben fatto libretto di istruzioni che contiene  anche una rassegna delle caratteristiche del personaggio e delle armi usate nella serie. Molto bello bello, peccato sia totalmente in jappo-lingua.

https://i2.wp.com/lh3.ggpht.com/-c2rTgMW43sg/TrF08L5xaVI/AAAAAAAAAtU/SrYNaJGTFFE/s800/IMG_0933.JPG?resize=420%2C560
https://i0.wp.com/lh6.ggpht.com/-jU2Z205pcs4/TrF09jdqLAI/AAAAAAAAAtc/IRY8yj1yWuo/s800/IMG_0935.JPG?resize=474%2C356

Andiamo alle gimmick. La più importante credo sia la Matrice del cmando. “Aprendo” il petto di OP si accede alla cripta in cui è celata la matrice. Anche quest’ultima ha un’anima di plastica azzurra trasparente (e può illuminarsi nel petto di OP) ed ha la possibilità di “aprirsi” (come visto nell’animated movie). Come gimmick trovo sia davvero bella ed aggiunge non poco spessore alla figura.

https://i0.wp.com/lh5.ggpht.com/-wq6fSI3chHg/TrF02SkuhSI/AAAAAAAAAs8/HaZdEaq7pjA/s800/IMG_0927.JPG?resize=474%2C356

Oltre alla matrice OP ha altra “capacità”. Può parlare grazie ad un bottoncino posto dietro la nuca che muove la maschera in su ed in giù ed ha due sportellini sugli avambracci che, aprendosi, mostrano un monitor per lato con raffigurati Bumbllebee e Starscream

https://i0.wp.com/lh5.ggpht.com/-DzfsS87rb_4/TrF03168zvI/AAAAAAAAAtE/W4XYxaBfxeA/s800/IMG_0929.JPG?resize=474%2C356

La vehicle mode è discretamente figa (ma non figherrima). La trasformazione è, come lecito aspettarsi, discretamente difficile e portatrice di non poche frustrazioni, ma alla fine il risultato è decisamente d’effetto e gratificante.  Nel MP01 non è presente il rimorchio, per porre un piccolo rimedio alla cosa è possibile crearne uno con il cartone della scatola. Il risultato finale non è paragonabile ad un vero rimorchio, ma contribuisce sicuramente alla maestosità della versione camion di OP.

https://i1.wp.com/lh4.ggpht.com/-9rluKQyJ_f0/TrF1ApZg_cI/AAAAAAAAAts/gCqmGjnCVRU/s800/IMG_0938.JPG?resize=474%2C479

https://i2.wp.com/lh4.ggpht.com/-jkRThMjInIY/TrF1DXf9tiI/AAAAAAAAAt8/U-qqzPhZc6o/s800/IMG_0942.JPG?resize=474%2C241

Ultime note: tutte le articolazioni sono munite di stantuffi funzionanti che danno grande realisticità al modello. Infine la uote, nella versione veicolo, sono ammortizzate!

In conclusione: un modello davvero eccellente che non può mancare nella collezione di un vero appassionato di TF. Godurioso davvero.

Come sempre, potete trovare altre foto nella sezione “action figures

Indice di fighitudine: 9,5/10 (perchè si può sempre fare di più)

Rispondi